La stilista Mara Hoffman ha scelto un gruppo di grandi attiviste per i diritti delle donne come modelle per la sua nuova collezione

Molti hanno detto che la moda e il femminismo non si mischiano bene – dopo tutto, cosa potrebbe avere a che fare l’abbigliamento con l’uguaglianza delle donne? Ma gli stilisti, che hanno una piattaforma enorme e l’abilità di arrivare ad un grande pubblico in tutto il mondo, hanno fatto buon uso della loro forza questa stagione, mandando messaggi di potere, inclusione e forza con le loro collezioni. E una, Mara Hoffman, ha fatto un passo avanti: ha chiesto ad un gruppo di femministe e attiviste di fare da modelle per la sua collezione Autunno 2017 e i risultati sono davvero motivanti.

Facendo squadra con il gruppo di sostegno Art Not War, la Hoffman ha chiesto a 25 donne che hanno fatto la differenz, incluse artiste, scrittrici, difensori di giustizia sociale e altre, di fare una serie fotografica per evidenziare il lavoro delle attiviste e per mostrare la nuova collezione della Hoffman.

“E’ così importante seguire i passi di coloro chef anno le cose giuste ed informarsi, in modo da poter capire come contribuire in modo significativo e d’impatto”, ha detto la Hoffman in un’intervista con Vogue.

“Molte cose di questo progetto stanno spingendo le persone a guardare quelle vite a rischio, i cui diritti sono a rischio e poi a chiedersi, ‘Chi sta lottando per loro? Come possiamo capire e supportare ciò che stanno facendo?’”

Tra le donne incluse nel progetto ci sono Ai-jen Poo, la fondatrice della National Domestic Workers Alliance, che ha lottato per un salario minimo per le casalinghe in tutti gli Stati Uniti, De’Ara Balenger, ex direttrice dell’ingaggio di Hillary for America e l’attivista femminista e scrittrice Jamia Wilson.

“E’ veramente bello vedere queste potenti e stimolanti donne guardare se stesse allo specchio e sentire ciò che amano di loro stese e quello che un capo d’abbigliamento può evocare per loro”, ha detto la Hoffman a Vogue. “E’ uno dei grandi motivi per cui sono una stilista di abbigliamento da donna – per celebrare le donne creando vestiti che le rappresentino e che interagiscano con loro in modi nuovi e diversi”.

Quindi donne, vi guardiamo e sappiamo che siete lì fuori a lottare una lotta giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *